Metodo Feldenkrais®

Metodo Feldenkrais®
per cantanti e musicisti

GIULIAGUSSAGO1.jpg

Giulia Gussago

Giulia Gussago è danzatrice, insegnante di Metodo Feldenkrais® e danza contemporanea, coreografa e direttore artistico di Compagnia Lyria. 

Dopo il diploma di scuola superiore si dedica completamente alla sua formazione, sia in Italia che all'estero. Studia alla Scuola Professionale Italiana di Danza di Milano e al London Contemporary Dance School di Londra, dove, insieme agli studi di danza e coreografia, si dedica alla pratica del Tai Chi Chuan. Si trasferisce successivamente a Parigi e si perfeziona con vari insegnanti, tra cui Carolyn Carlson, Mathilde Monnier, Jean-François Duroure, Isabelle Duboulouse e Pierre Doussaint, il quale applica i principi fondamentali dell'Aikidō alla danza e in particolare al partnering. I contatti con realtà così diverse e prestigiose le permettono di cogliere e fare proprie le tendenze artistiche della danza di ricerca europea.

Dopo l'approfondimento di varie tecniche di danza contemporanea (Graham, Limón, Cunningham, release technique e contact improvisation) elabora, nel corso degli anni successivi, un personale stile di insegnamento, che oggi propone sia durante corsi annuali che seminari intensivi.

Nel 1990 esordisce a Brescia come coreografa e danzatrice, creando spettacoli di piazza e per palcoscenico, video di danza e collaborando con diverse compagnie teatrali, oltre che promuovere numerosi percorsi formativi.

Nel 1995 fonda l'Associazione Compagnia Lyria, di cui cura la direzione artistica.

Per Compagnia Lyria realizza, in qualità di danzatrice e coreografa, spettacoli che incontrano di volta in volta il teatro di parola, la pittura, l'installazione, il video, la fotografia ed esplorano la relazione con diversi generi musicali, dal jazz al classico al contemporaneo.

Gli spettacoli, sia creazioni coreografiche sia performance di composizione istantanea,  coinvolgono artisti italiani e stranieri di diversi linguaggi espressivi, tra cui i danzatori Dominique Dupuy, Gillian Hobart, Sabrina Camera, Giannalberto De Filippis, Davide Camplani, Antonio Caporilli, Tullia Pedrotti, Alessandra Bortolato, Yuka Fukushima, Claudio Gasparotto; i musicisti e compositori Mauro Montalbetti, Corrado Guarino, Diego e Fabio Gordi, Fulvio Sigurtà, Federico Casagrande, Sandro Gibellini, Paolo Birro, Mauro Negri, Massimo Guerini, Davide Corini, Françoise Goddard, Domenico Bulla, Beppe Gioacchini, Antonio Giacometti, Luciano Poli, Edoardo Sbaffi, Rossano Pinelli, Cecilia Vendrasco, Mirko Busatto, Giovanni Mancuso, Gianni Pirollo; i light-designers Stefano Mazzanti e Umberto Ottaviani; gli scenografi e artisti visivi Domenico Franchi e Roberta Acerboni; i fotografi Daniele Gussago, Paolo Sacchi, Oscar Lombardi, Domenico Parigi e Fabio Palazzolo.

Giulia Gussago, nel corso della sua attività di ricerca, matura un profondo interesse per la promozione della danza anche in ambiti inusuali per questa forma d'arte, curando per Compagnia Lyria varie iniziative, tra cui il Progetto DanzAbile, dedicato a giovani e adulti con disabilità fisica, mentale e sensoriale e il Progetto Verziano, rivolto ai detenuti dell'omonima casa di reclusione a Brescia.

Dopo la formazione presso l'Istituto Feldenkrais-Della Pergola di Milano viene certificata insegnante di Metodo Feldenkrais® e propone lezioni collettive (Consapevolezza Attraverso il Movimento®) e individuali (Integrazione Funzionale®), arricchendo ulteriormente la proposta artistica e didattica. E' associata AIIMF (Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais).

Per maggiori informazioni sull'attività di Giulia Gussago:
www.compagnialyria.it
www.facebook.com/compagnia.lyria/
www.facebook.com/feldenkraisbrescia/

Il Metodo ideato dall’israeliano Moshe Feldenkrais (1904-1984), ingegnere, fisico e prima cintura nera di judō in Europa, è una pratica corporea fondata sul presupposto che il cervello umano possa imparare e migliorare per tutta la vita.

La pedagogia Feldenkrais è basata su un’approfondita conoscenza dell’organizzazione fisica del corpo in movimento e dei processi di autoregolazione del sistema nervoso. Favorisce la riscoperta del nostro potenziale e ci conduce ad agire in modo ottimale, con un senso di leggerezza, agilità e armonia. Tali risultati non si ottengono attraverso esercizi ripetitivi e faticosi allenamenti, bensì grazie all’esecuzione di movimenti semplici, gentili, piacevoli e inusuali che coinvolgono l’intera persona. Non ha controindicazioni, poichè si adatta alle peculiarità, ai limiti e alle potenzialità di ognuno.

 

Sono argomento di studio tutte le azioni fondamentali che spesso diamo per scontate, come ad esempio stare in piedi o seduti, alzare un braccio, soffiare, respirare, sollevare o sostenere un oggetto. Queste funzioni presentano un altissimo grado di automatismo e vengono spesso eseguite senza prestarvi attenzione, rispondendo a schemi motori abitudinari. In particolare per musicisti e cantanti è invece importante che tali movimenti non siano automatici e inconsapevoli, in quanto azioni di base su cui sviluppare la tecnica dello strumento. Tale processo di apprendimento migliora flessibilità, coordinamento, forza e precisione, risorse fondamentali per compiere azioni estremamente raffinate e complesse come suonare e cantare.

Quando infatti il movimento è più efficiente ed eseguito con minor sforzo ne beneficiano sia la forma fisica dello strumentista sia il risultato musicale complessivo.

 

Molti artisti, inoltre, ricorrono al Metodo Feldenkrais® per risolvere fastidi o addirittura dolori dovuti alla necessità di ripetere costantemente specifiche gamme di movimento e di mantenere per lungo tempo posizioni piuttosto fisse e talvolta asimmetriche, come nel caso di chi suona violino, violoncello, contrabbasso, chitarra e flauto.

Il senso di maggior benessere, rilassamento, leggerezza, flessibilità e di riduzione di un eventuale dolore o tensione, sensazioni normalmente avvertite dopo le lezioni, sono il risultato del miglioramento dell’organizzazione personale.

Applicato in numerosi conservatori e orchestre di tutto il mondo questo approccio viene riconosciuto assai efficace come pratica integrativa per la preparazione all'attività artistica.



CONTATTI

 
Nome e Cognome *
Nome e Cognome
Privacy *
Autorizzo ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679 il trattamento dei dati personali trasmessi.